MED DEFENSE nella rivista il Notiziario della Marina

Gruppo Med: affidabilità e sicurezza in mare
di Maria Eva Virga

 

Gruppo Med è un giovane gruppo italiano nato nel 2017 ereditando la competenza e la tradizione produttiva di Arimar, una delle principali realtà nel mondo della sicurezza in mare italiana Gruppo Med conta ad oggi due stabilimenti produttivi, quattro marchi leader nei comparti di riferimento e un team di oltre 200 persone. I prodotti realizzati e commercializzati dal Gruppo Med sono: la gamma di gommoni SOLEMAR, le zattere a marchio ARIMAR e gli accessori nautici SVAMA. Da pochi mesi ha presentato la nuova raffinata linea di battelli gonfiabili tender NANO. Preservare la storia e contemporaneamente sviluppare un nuovo modello organizzativo e tecnologico in cui qualità, innovazione e collaborazione siano il cuore pulsante di Gruppo Med è l’obiettivo del giovane management. Ne parliamo con l’amministratore delegato Luca Galimberti, con particolare riferimento al lavoro svolto per la Marina militare italiana.

Dove avviene la vostra produzione?

“L’80% della produzione è gestita in Italia: abbiamo due stabilimenti a Montaletto di Cervia, in provincia di Ravenna, dove vengono effettuati i controlli di qualità, gli allestimenti degli scafi, dei tubolari e la messa in acqua del battello. Solo la produzione della vetroresina è delocalizzata all’estero tramite un nostro fornitore”.

In che cosa consiste la vostra collaborazione con la Marina militare italiana?

“La nostra collaborazione nasce dalla partecipazione e dall’acquisizione di gare pubbliche per la fornitura di RHIB professionali. Med ha recuperato l’eredità di Arimar, marchio storico e conosciuto in ambito nautico, e l’ha voluta potenziare per essere in grado di fornire prodotti all’avanguardia e competitivi per la pubblica amministrazione e il brand destinato a prodotti ad uso professionale. In particolare la strategia di sviluppo mira a consolidare la presenza dei nostri prodotti in ambito militare e di pubblica utilità”.

In particolare di quali prodotti la rifornite e per quali usi?

“I nostri battelli professionali vengono utilizzati come pattugliatori, ovvero per il soccorso in mare. Med è stato il primo cantiere a fornire al Consubin, Comando Subacquei ed Incursori, di La Spezia la prima idroambulanza in dotazione ai corpi speciali della Marina. È la prima in Italia, realizzata e consegnata interamente da noi nel 2016, con prestazioni davvero invidiabili: la carena a step, le linee d’acqua innovative, la realizzazione in lega d’alluminio, il tubolare in gomma neoprenica e i tre propulsori fuoribordo da 900 hp complessivi consentono all’imbarcazione di raggiungere una velocità superiore ai 50 nodi, anche in condizioni di pieno carico e situazioni meteo marine avverse. Queste caratteristiche garantiscono una navigazione in sicurezza e il mantenimento di un’ottima stabilità e manovrabilità, anche in presenza di onde alte fino a 2,50 metri e vento fino a 40 nodi. Stiamo pensando inoltre di reingegnerizzare questo prodotto anche per impieghi di uso civile, ad esempio per destinarlo alla Protezione Civile o ad altri enti”.

Collaborate con forze militari anche all’estero? Quali sono in questo caso i prodotti più richiesti?

“Sì, abbiamo avuto l’opportunità nel 2017 di collaborare con la Marina Cipriota e con la Marina Olandese per la fornitura di due pattugliatori di coste. Inoltre abbiamo un contratto triennale in esclusiva con la Marina di Toulon (Francia) per la fornitura dei nostri RHIB”.

Che cosa viene apprezzato, in particolare, dei vostri prodotti, in Italia e all’estero?

“I nostri prodotti sono rinomati per la loro robustezza ed affidabilità, oltre che per l’elevato livello di personalizzazione che siamo in grado di offrire ai nostri committenti”.

Sono allo studio nuovi progetti per il futuro?

“Il Gruppo Med è alla costante ricerca di innovazione di prodotto in tutte le aree di business, che sono sostanzialmente due: Med Defense, come accennato, e Med Leasure, che ingloba la produzione di zattere, tender, battelli di media grandezza e RHIB di lusso. I nostri ingegneri impiegano l’esperienza acquisita nella produzione di prodotti professionali anche nei prodotti ad uso diportistico, ovviamente adottando alcuni accorgimenti tecnici che devono portare alla riduzione della velocità mantenendo le condizioni di sicurezza degli impieghi, per poter affrontare qualunque tipo di condizione di mare. Se infatti il diportista usa il battello principalmente per divertirsi, il professionista della difesa deve invece avere a disposizione un mezzo molto veloce, per raggiungere il proprio obiettivo (pattugliamento coste, soccorso in mare, ecc) con una certa rapidità. Ci teniamo a garantire sempre e comunque ai nostri clienti il massimo della sicurezza, dell’ergonomia e della versatilità nell’uso quotidiano dei prodotti di serie”.

 

Trovate la rivista al link
http://www.marina.difesa.it/conosciamoci/editoria/notiziario/Documents/2018/aprile/unico.pdf

 

Intervista a pag. 42
Ultima di copertina dedicata a MED Defense

 

 

Back to category Rassegna Stampa